home

Titolo

PIANO URBANISTICO COMUNALE
CONFERENZA DI SERVIZI EX ART.24, COMMA 6, L.R. N.16/2004

 

aggiornamento LUGLIO 2010

 

Note sull’iter formativo

 

L’iter del Piano Urbanistico Comunale – PUC – ha avuto il suo avvio con la consultazione delle organizzazioni sociali, culturali, economico – professionali, sindacali ed ambientaliste di livello provinciale, di cui all’articolo 20, comma 5, della L.R. n.16/2004, così come individuate con delibera di G.R. n. 627/2005 (BURC n.26/2005).

Tale consultazione, propedeutica alla predisposizione della proposta di PUC, è stata convocata con avviso pubblico prot. com. n.2519 del 16.06.2005, pubblicato sul BURC n.32 del 27.06.2005, nonché affisso in luoghi pubblici e pubblicato sul quotidiano di tiratura provinciale “Ottopagine” del 22.07.2005. Essa si è svolta presso la Casa Municipale il giorno 27 luglio 2005 come da Verbale redatto in quella sede, al quale si rimanda per maggiori dettagli.

Gli elementi raccolti in sede di audizione sono stati recepiti e valutati per la definizione degli obiettivi e delle scelte strategiche di pianificazione, nonché ai fini della costruzione di un quadro conoscitivo condiviso del territorio da porre a base della Proposta di PUC.

Tale Proposta di PUC è stata, quindi, predisposta, ai sensi dell’art.24, comma 1, della L.R.16/2004, dalla Giunta Comunale di Capriglia Irpina con atto n.6 del 12.01.2007, unitamente al relativo Rapporto Ambientale per la VAS di cui all’art.47 della stessa L.R. 16/2004. Con nota prot. com. n.4873 del 22.11.2006 sono state altresì convocate, ai sensi dell’art.5, par.4, della Dir. 2001/42/CEE, le autorità con competenza ambientale, tra le quali anche l’ARPAC, con l’invito a fornire informazioni, osservazioni e suggerimenti al fine di calibrare correttamente i contenuti del Rapporto Ambientale che accompagna la proposta di PUC ai sensi dell’art.47 della L.R.16/04. Dalle predette autorità con competenza ambientale non è pervenuto alcun riscontro alla nota di invito, come accertato in sede dell’apposita adunanza (cfr. Verbale del 06.12.2006) svoltasi nella data prevista.

Per altro verso, nell’ambito del procedimento di formazione ex L.R. n.16/04 detta Proposta di Piano Urbanistico Comunale ha ricevuto i seguenti pareri con esito favorevole:

− ASL AV1 ex L.R. 13/85 (prot. n.1554/07 del 27.02.2007 – assunto al protocollo comunale n.1027 del 03.03.2007) – CON OSSERVAZIONI;

− Autorità di Bacino dei fiumi Liri-Garigliano e Volturno (prot. n. 1704 del 02.03.2007 – assunto al protocollo comunale n.1028 del 03.03.2007) – CON INDICAZIONI;

− Settore Tecnico Amministrativo Provinciale Foreste di Avellino ex art.23, L.R. 11/96 (prot. n. 2007.0268521 del 22.03.2007) per il tramite della Comunità Montana del Partenio (nota prot. 2125 del 27.03.2007 - assunta al protocollo comunale n.1455 del 29.03.2007);

− Settore provinciale del Genio Civile di Avellino ex art.15 L.R. 9/83 e s.m.i. ed art.89 DPR 380/2001 e s.m.i. (parere n.69 del 23.03.2007 – assunto al protocollo comunale n.1478 del 29.03.2007) –

CONDIZIONATO.

Il PUC ed il relativo Rapporto Ambientale sono stati altresì trasmessi al Servizio VIA - Settore Tutela dell’Ambiente AGC Ecologia – della Regione Campania, con nota prot. com. 260 del 18.01.2007, pervenuta al suddetto Settore regionale in data 19.01.2007, per l’acquisizione del parere di competenza ai fini della VAS del Piano, rilasciato con esito favorevole come comunicato con nota dell’Assessorato regionale competente prot.1168/SP del 04.05.2007, assunta al prot. com. n.2150 del 10.05.2007.

Nel contempo, la Proposta di PUC, completa di Zonizzazione Acustica e Carta dell’Uso Agricolo del COMUNE DI CAPRIGLIA IRPINA – PUC RELAZIONE - AGGIORN. LUGLIO 2010 – II Suolo e corredata dello studio geologico ex L.R. n.9/83 e s.m.i. e del Rapporto Ambientale, è stata depositata nella Segreteria Comunale per quaranta giorni consecutivi, come da avviso pubblicato all’albo pretorio del Comune dal 22.01.2007 al 03.03.2007, nonché sul BURC n.6 del 22.01.2007 e sui quotidiani a diffusione provinciale “Corriere” e “Ottopagine” del 22.01.2007, nel rispetto della procedura prevista dall’art.24 della L.R. n.16/2004. Nei 40 giorni utili sono pervenute n.20 osservazioni, oltre a n.2 osservazioni fuori termine.

Le osservazioni al PUC sono state esaminate dal Consiglio Comunale nella seduta del 20.04.2007, sulla scorta del parere tecnico espresso dal tecnico redattore. A seguito dell’esame delle osservazioni il Consiglio Comunale, con atto n.8 del 20.04.2007, ha altresì deliberato l’adozione del PUC con le modifiche derivanti dalle osservazioni accolte. Gli elaborati del PUC, quindi, sono stati opportunamente modificati conseguentemente all’accoglimento delle osservazioni (“aggiornamento aprile 2007”).

Tali modifiche, che non hanno alterato in maniera sostanziale la struttura e la portata dimensionale di Piano, hanno riguardato sia gli elaborati grafici di progetto che la Relazione Illustrativa.

Il PUC è stato altresì adeguato al succitato parere dell’ASL AV1 prot. 1554/07 del 27.02.2007.

Tuttavia, in merito a quanto osservato dall’ASL AV1 circa l’art.29 – Fascia di rispetto cimiteriale va precisato che la distanza di rispetto cimiteriale di cui all’art.338 del T.U. delle Leggi Sanitarie (indirettamente richiamato in norma tramite il rinvio all’art.28 della L.n.166 dell’01/08/2002) configura un limite all’edificabilità che non confligge in assoluto con la classificazione urbanistica dei suoli in applicazione dell’art.2 del Decreto Interministeriale 02.04.1968, n.1444, ma riguarda soltanto il divieto di realizzare nuove costruzioni entro detta distanza. E’ invece doverosa la definizione della zonizzazione urbanistica per l’intero territorio comunale (anche ai sensi dell’art.23, co.1, L.R. 16/04), ancorché nel rispetto dei vincoli e delle prescrizioni che insistono su parti di esso.

Nel prosieguo dell’iter, a seguito della verifica di cui al comma 5 dell'art. 24 della L.R. n. 16/04 resa dal Servizio Urbanistica della Provincia di Avellino è stata indetta la Conferenza di Servizi prevista dall’art. 4, comma 6, della L.R. 16/04, avviata in data 21/11/2008.

Gli elaborati di Piano sono stati, pertanto, adeguati in esito alla predetta Conferenza di Servizi (“aggiornamento luglio 2010”).

Nelle presente Relazione i paragrafi modificati sono indicati con un asterisco (*).

In particolare, la riduzione della previsione di rientro degli iscritti AIRE da 134 a 80 unità, operata in sede di Conferenza di Servizi, è stata considerata nel paragrafo “G.2.2.*- Utenza complessiva nel prossimo decennio” della presente Relazione. Conseguentemente, ai paragrafi “G.4.0.* - Sintesi della disponibilità e calcolo del fabbisogno” e “I.6.0.* - Fabbisogno vani residenziali - quadro sinottico” è stato rimodulato il quadro del fabbisogno futuro.

Il minore fabbisogno residenziale risulta compensato dalla eliminazione della Zona B2 prevista all’interno della fascia di rispetto cimiteriale, come stabilito in sede di Conferenza di Servizi.

Inoltre, con riferimento al Verbale di C.d.S. n.4 del 19.12.2008, al Par. L.0.0. per le dotazioni di standards di cui al medesimo paragrafo è stato illustrato anche il soddisfacimento dei minimi di zona.

Infine, sempre con riferimento al Verbale di C.d.S. n.4 del 19.12.2008, oltre a quanto riportato al Cap. B.0.0. della presente Relazione Illustrativa si rinvia agli ulteriori elementi di analisi storica contenuti nel Rapporto Ambientale per la VAS, e relativi contenuti grafici, che ha già conseguito il parere favorevole del CTA regionale come già innanzi ricordato.

tes

inf

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.128 secondi
Powered by Asmenet Campania